From the historic architectural syntax distortion to the monument values loss

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.


A. ALVISI
From the historic architectural syntax distortion to the monument’s values loss: the village of Colle Ameno and the role of colorings / Dalla compromissione della sintassi architettonica alla perdita di valore del monumento: il borgo di Colle Ameno e il ruolo del colore
in A. Marmori, L. Puccini, V. Scandellari, S. Van Riel (edited by), “Architecture and cities. Problems of protection and enhancement of historic centers”, I international conference proceedings (La Spezia, November 27-28, 2015), Altralinea, Florence 2015, pp. 413-20
[ISBN: 9788898743575]

Abstract
Le finiture superficiali e le coloriture dell’architettura storica sono i luoghi in cui maggiormente si depositano i segni antropici e del tempo: la grammatica architettonica e la stratificazione cromatica costituiscono, quindi, una testimonianza delle valenze storiche ed estetiche dell’edificio e del tessuto urbano in cui esso si inserisce. Il complesso monumentale di Colle Ameno, situato nel Comune di Sasso Marconi (BO), costituisce una rara espressione dell’architettura illuminista bolognese di campagna: una delle caratteristiche più significative del complesso è data dal connubio delle arti impiegate per la sua realizzazione dove l’architettura nasce e si sviluppa con intenti scenografici in stretta relazione con la pittura. Il complesso di villa e annesso borgo rurale viene realizzato a partire da una preesistente palazzina di campagna e raggiunge il suo massimo splendore nella seconda metà del XVIII secolo, poi cade nell’abbandono. Colpito dai bombardamenti della seconda guerra mondiale e dai decenni di incuria, il complesso vede il legame fra villa e borgo allentarsi lentamente fino al recente intervento di “restauro” del borgo che causa una ancora più profonda alterazione dell’apparato cromatico del costruito. Il risultato è la compromissione della sintassi architettonica, che porta alla negazione dell’apparato scenografico dipinto, al ribaltamento percettivo del rapporto villa-borgo e alla perdita di valore del monumento.

The architectural facade surface finishing and colorings constitute the place where natural and anthropic marks of aging most settle. The composition of colors creates the chromatic system which is a historic evidence and a messenger of the architecture’s artistic value. The monumental complex of Colle Ameno, located in the countryside of Sasso Marconi (BO), is a fine expression of the local illuminist architecture. Its unique character lies in the close relationship between several arts, where the architecture born and develops for scenographic purpose in combination with painting. The complex of villa and surrounding rural village was built from an existing manor house and reached its maximum glory in the second half of XVIII century, then fell in abandonment. Torn by the bombings of the World War II and decades of carelessness, the villa-village link faded slowly until the recent surfaces “restoration” which brought an even deeper alteration of the buildings’ chromatic system. The result is the distortion of the historic architectural syntax, which led to the scenographic painted system negation, to the perceptive reversal of villa-village link and to the monument’s values loss.

 

Download (PDF, 373KB)

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

Lascia un commento