Restauro e colore dei centri storici fra identità e salvaguardia

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.


N. SANTOPUOLI, F. MAIETTI, A. ALVISI, A. SYLOS LABINI
Restauro e colore dei centri storici fra identità e salvaguardia

in M. Rossi, A. Siniscalco (a cura di), “Colore e colorimetria. Contributi multidisciplinari”, Atti del 8° conferenza del colore (Bologna 13-14 settembre 2012), Maggioli, Santarcangelo di Romagna 2012, vol. VIII A, pp. 229-234
[ISBN: 9788838761362]

Abstract
Le facciate architettoniche sono spesso luoghi ricchi di testimonianze storiche nelle quali i segni del tempo rendono ben riconoscibili le azioni dell’uomo; la loro lettura costituisce un momento sostanziale nella metodologia conoscitiva finalizzata al restauro e alla conservazione: la profonda e diretta conoscenza del bene indagato con coscienza critica deve guidare alla conservazione dell’integrità dell’opera, mediante un approccio conoscitivo in cui le indagini storiche, gli approfondimenti scientifici e la lettura della “grammatica” devono coesistere, integrandosi. Fra gli elementi caratterizzanti i fronti dell’edilizia storica, e quindi le quinte urbane dei centri storici, la finitura costituisce un elemento fondamentale. Intonaci e cromie sono troppo spesso considerati sostituibili o eliminabili senza avere cura di eseguire alcun tipo di indagine. L’importanza della maturazione di una coscienza critica e teorica dei problemi di tutela e conservazione dei beni culturali costituisce il presupposto per giungere alla corretta definizione del problema conservativo, nel pieno soddisfacimento delle istanze teorico-critiche e dei principi guida del restauro.

 

Download (PDF, 1.22MB)

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

Lascia un commento